Oggi è ...

Voci d'inchiesta

Festival internazionale del documentario

di Silvia Valenti - 3 aprile 2014
1395


Dal documentario Kismet
Sguardi che intrecciano importanti esempi del passato alle più recenti espressioni del genere dell’inchiesta, con omaggi a grandi maestri del giornalismo e un fitto palinsesto di proiezioni con premiati documentari italiani e internazionali, numerosi in anteprima italiana: con oltre quaranta ospiti italiani e stranieri e una ventina di opere selezionate nei più importanti festival cinematografici del mondo, torna da mercoledì 9 a domenica 13 aprile a Pordenone il festival di Cinemazero con l’Università di Udine Le voci dell'inchiesta, diretto da Marco Rossitti.

 


Dal film One minute for conductors
Omaggio a Andrea Barbato per i 60 anni della televisione
Un focus sull'anniversario per i 60 anni della Televisione diverrà occasione per l'omaggio ad Andrea Barbato (1934-1996) inarrivabile cronista oltre che, scrittore, autore televisivo e teatrale. Del Barbato televisivo ricordiamo soprattutto quelle insuperabili Cartoline (847 in cinque anni, dal 1989 al 1994) spedite al popolo italiano, ai governanti e ai notabili. Tra gli ospiti presenti l’amico Walter Veltroni, protagonista della serata inaugurale (in programma mercoledì 9 aprile), con Ivana Monti, Furio Colombo, Olivero Beha ed Emanuela Giordano. La presenza di Walter Veltroni, a cui fu affidato il discorso commemorativo in occasione della scomparsa di Barbato, sarà anche l’occasione per presentare il suo film Quando c’era Berlinguer, uscito da pochi giorni nelle sale italiane (mercoledì 9 alle 17.00).

 


Dal documentario First to fall
Il ricordo di Ilaria Alpi, cronista uccisa in Somalia
Ulteriore, ineludibile ricorrenza quella dei vent’anni dalla morte della giornalista del TG3 Ilaria Alpi, uccisa in Somalia assieme al cameraman triestino Miran Hrovatin. Un esempio di tenacia e di coraggio al femminile che attraversa tutto il festival. Un’ospite d’eccezione di questa ottava edizione è al centro della serata-omaggio ad Ilaria Alpi, realizzata venerdì 11 aprile in collaborazione con il Premio giornalistico Ilaria Alpi e il Premio Marco Luchetta: la giovanissima filmmaker Rachel Beth Anderson in Italia la prima volta dopo aver sbancato in pochi mesi i principali Festival internazionali (tra cui l’IDFA di Amsterdam e il Sundance Film Festival) con il suo documentario First to Fall, frutto di 7 mesi in mezzo alla guerra libica.

Dal documentario Reach for the skies
La giovane filmmaker sarà anche protagonista, nella mattinata di sabato 12 aprile, del seminario In prima linea: il reportage di guerra, a cui seguirà la proiezione in prima italiana del documentario australiano Reach for the skies che presenta l’inchiesta del reporter Andrew Fowler sugli F35: proprio in un momento caldo del dibattito in Italia sui costosissimi cacciabombardieri, l’autore cerca di rispondere alla domanda se si tratti di un super caccia militare o un progetto militare desueto e dispendioso.

 

Anteprime italiane di documentari internazionali
L’ampia selezione dei documentari italiani e internazionali (dove spiccano ben 9 anteprime italiane) ci riporta sul tema delle “rivoluzioni al femminile”, a partire dalla grande testimonianza offerta dal gruppo punk rock delle Pussy Riot, tenacemente impegnate in questi anni in un’intensa azione contro Vladimir Putin.


Dal film Pussy vs Putin
Attesa prima nazionale per il film che documenta in modo del tutto inedito la loro coraggiosa sfida al gigante del Cremlino: Pussy vs Putin – vincitore dello scorso International Documentary Film Festival di Amsterdam – è realizzato dal collettivo russo Gogol’s Wives (presenti due autori al festival domenica 13 aprile) che documenta camera a spalla le gesta del gruppo dalle prime azioni fino all’arresto, mostrando il vero volto di queste ragazze, dalla sala prove al carcere. Kismet è, invece, il documentario greco-cipriota della regista Nina Maria Paschalidou, al festival in prima italiana, che racconta il successo delle soap-opera turche in Medio Oriente, Nord Africa, Balcani e Asia: storie che raccontano la donna in una dimensione di maggiore libertà e indipendenza e che stanno contribuendo a rivoluzionare i rapporti di genere in quei Paesi. Sepideh. Reaching for the stars dell’antropologa Berit Madsen è una coproduzione internazionale che narra la personale rivoluzione della ragazza iraniana Spideh, che ha il sogno di diventare astronauta, aspirazione in contrasto con le aspettative della sua famiglia. La forza di una donna, nella sua veste di medico e di mamma, è al centro di un’altra anteprima: l’intenso documentario statunitense, Life according to Sam, di Sean Fine e Andrea Nix. I due medici Leslie Gordon e Scott Berns hanno un figlio tredicenne, Sam, affetto da progeria, una rara forma di invecchiamento precoce per cui non esiste alcuna cura. La madre decide così di dedicare i suoi studi alla ricerca del gene responsabile della malattia: una lotta coraggiosa per affrontare una malattia rara e fatale.

Da The human experiment
Delle minacce occulte alla nostra salute si parla, poi, in una delle prime nazionali più attese di questa edizione: l’ultima giornata di festival regala, infatti, al pubblico dell’Inchiesta il nuovo documentario prodotto e narrato dalla voce fuori campo del premio Oscar Sean Penn, da sempre impegnato sul fronte della denuncia sociale e politica. The Human Experiment - nato dalla collaborazione dell’attore con i giornalisti Dana Nachman e Don Hardy - alza il velo sulla realtà scioccante delle migliaia di sostanze chimiche non testate presenti nei nostri prodotti di uso quotidiano, nelle nostre case e in noi stessi (dai cosmetici ai conservanti per alimenti).

 

Focus sulla montagna e le sue insidie
Una sezione del festival sarà anche dedicata ai 60 dall’impresa italiana della la conquista del K2, seconda (e, all'epoca, ancora inesplorata) vetta del mondo.


Dal film The summit
Con una selezione di rari e interessanti materiali storici e l'ausilio delle inchieste e ricostruzioni più recenti ed aggiornate, il festival cercherà di fare luce su una vicenda che, a 60 anni di distanza, appare ancora avvolta dalle nebbie d'alta quota, tra verità ufficiali e versioni personali dei fatti, rivelazioni e insabbiamenti, scandali e misteri, coperti, a quanto pare, persino dalla Ragion di Stato. A Pordenone il regista irlandese Nick Ryan presenterà il suo documentario The summit sulla tragedia del 2008 al K2., film selezionato in numerosi Festival cinematografici di tutto il mondo, dall’Australia agli Stati Uniti, che cerca di ricostruire fatti e dinamiche che in quei giorni hanno portato alla morte di 11 delle 20 persone che si trovavano sulla “montagna delle montagne”.

 


Dal documentario Facebook follies
I pericoli della rete raccontati in un docu-film
Ulteriore tema forte di questa edizione quello dei nuovi media, la rete, la web reputation e i pericoli di Internet in cui possono incorrere i cosiddetti nativi digitali. Tra i documentari, l’accurata ricerca della regista Beeban Kidron - che ha firmato, tra l’altro, il sequel di Bridget Jones - nel suo InRealLife dove esplora i rischi della rete, soprattutto per i più giovani, alla ricerca di chi sta davvero dietro la presunta libertà di Internet. Per questo film si è avvalsa di collaboratori come Julian Assange, Clay Shirky (professore della NYU, considerato un'icona di Internet) e Jimmy Wales (Wikipedia e Wikia).

 

Il ricordo di Adriano Olivetti
Mettendo a confronto interviste di ieri e documentari di oggi, commentati dal vivo e integrati dai ricordi e dalle testimonianze degli amici e dei collaboratori più fidati, tra cui Furio Colombo, sarà possibile anche ripercorrere la grande lezione umana e civile di uno dei più grandi innovatori del Novecento, l'industriale, politico, editore, urbanista Adriano Olivetti (1901-1960).

 

Tutto il programma su www.voci-inchiesta.it


L'autore

Silvia Valenti

Silvia Valenti è nata a Bergamo nel 1984.
Laureata in Comunicazione Politica e Sociale presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Milano, è giornalista professionista dal 2012.
E’ corrispondente per Repubblica TV, coordinatrice di Benessere.com Tv e direttrice della rivista BMag Bergamo Magazine e del giornale online Fratelli d'Arte Magazine.
Nel 2013 ha collaborato all'organizzazione del “Concerto di Primavera”, evento musicale di beneficenza con 10 grandi interpreti della canzone italiana, che ha visto al Teatro Donizetti di Bergamo il gemellaggio tra la banda dell’Accademia della Guardia di Finanza e la Sanremo Festival Orchestra.
Dal 2010 al 2012 è stata giornalista, reporter e conduttrice presso l’emittente televisiva locale Videobergamo.
Dal 2011 al 2012 ha collaborato come freelance per il mensile economico finanziario Credit Magazine.
Nel 2010 ha lavorato come addetta stampa e organizzatrice di eventi per Legambiente Bergamo Onlus.
Dal 2007 al 2010 ha collaborato con la rivista di approfondimento culturale Dedalus.
E’ appassionata di fotografia, letteratura e nuove tecnologie.
Cerca
Cinema - Ultime news...
18 set 2018 | 139
2 mag 2018 | 233
3 apr 2018 | 318
25 giu 2016 | 1129
21 mar 2016 | 1938
30 gen 2016 | 862
19 nov 2015 | 1874
13 mag 2015 | 1200
11 mag 2015 | 1066
5 mag 2015 | 2373
13 apr 2015 | 1116
29 mar 2015 | 2281

Cinema

Visualizza tutti gli articoli
Fratelli d'Arte Magazine - Testata giornalistica registrata - Reg. Trib. di L'Aquila n. 4/13
Direttore responsabile Silvia Valenti - Contatti: redazione@fratellidartemagazine.it 
© 2013 Fratelli d'Arte Associazione Nazionale - Tutti i diritti sono riservati - Realizzato da oasiWEB